10/09/07

APPENDICE I (PAROLE DI INCERTO SIGNIFICATO)

PAROLE DI INCERTO SIGNIFICATO



an dan des
Quella che segue è una vecchia conta per giochi recitata a Venas:
"An dan des
Stile male pes
Stile male pupa nes
An dan des"

Ho scoperto non il significato, ma che è friulana, e che nella raccolta del sito:
http://www.icsedegliano.it/sezioni/studenti/0708/UnPuint2.pdf
viene riportata con alcune varianti:
"An dan des
Sile male pes
Sile male pupule
An dan des"

codro [cò-đro] dovrebbe significare soprabito, in senso spregiativo. Mi ricordo la frase: iavete fora chel codro che t'as su, che l'é ciaudo !
coiomberli [co-ióm-ber-li] Questa parola mi è nota come termine scherzoso per dire testicoli. Rosetta Palmieri le dà il significato di "capperi", ma non ho capito se intendeva i noti boccioli fiorali o l' interiezione
prozebo (a) [pro-ẑè-bo] (arc.) Mi è stata riportata a Venas come "a proposito". Ho avuto un solo riscontro, da Milo Mazzucco di Ospitale, nel senso di "rispondere pubblicamente", che ritengo più esatto; l'espressione di base sarebbe: "te ienaras a proẑebo = verrai a rispondere pubblicamente". E dicendo, al presente, "te ien a proẑebo", si dovrebbe intendere: "vieni a rispondere a proposito" [esiste anche la forma: profebo]
strelu [strè-lu] Unica parola che mi risulti con desinenza in u, è riportata sotto la voce ragazzo (ragazza sciocca). Mi ricordo anche un rafforzativo: strelu canuci, abbastanza strano
zeron [ẑe-rón] (pl. zeroi [ẑe-rói]) Dovrebbe indicare una pianta del genere larice, famosa per la sua straordinaria resistenza alle più avverse condizioni ambientali; per estensione il nome veniva usato anche per indicare un uomo molto robusto. Mi sono state riportate le frasi: i ẑeroi de Rite /l'é forte come an ẑeron
zirinbegola [ẑi-rin-bè-go-la] Mi è stata ricordata questa parola, dandole il significato di farfallona, di cui però non sono molto sicuro